L’artroscopia è una tecnica chirurgica endoscopica (letteralmente “che guarda dentro”). Artroscopia, in particolare, significa “guardare nell’articolazione”. Questa denominazione deriva dall’impiego di un sistema a fibre ottiche che permette, senza aprire l’articolazione, di guardarvi all’interno e di eseguire gesti chirurgici.

Gli strumenti utilizzati in artroscopia sono tutti di piccole dimensioni, di calibro simile ad una matita da disegno, così da poter entrare nell’articolazione attraverso un’incisione non più lunga di un centimetro.

Lo strumento fondamentale, l’artroscopio, è un dispositivo che illumina l’interno dell’articolazione (attraverso un cavo a fibre ottiche collegato ad una sorgente luminosa) e nel contempo filma il contenuto mediante una micro-telecamera.

L’artroscopia è molto conosciuta dal grande pubblico perché è usata per curare atleti famosi, tuttavia è uno strumento estremamente prezioso per tutti i pazienti ortopedici e, di norma, è più facile rispetto all’intervento chirurgico standard. La maggior parte dei pazienti si fa operare in day hospital e può ritornare a casa dopo alcune ore dall’intervento.